Sancrau Piemontemare

• • • • •

Ingredienti: cavolo, cotechino, salsiccia, costine, acciughe salate, cipolla, aglio, aceto, olio

• • • • •

Si suppone che il termine “sancrau” sia una storpiatura di Sauerkraut, che in tedesco significa cavolo acido. Nella versione piemontese, a differenza della ricetta tedesca, i cavoli non vengono fermentati, ma solo acidulati.

Questo antico piatto, diffuso in tutta l’area collinare del Monferrato, non nasce, come si potrebbe credere, come pietanza rustica, ma come alimento ricco di spezie e condimenti.

Solo più tardi, impoverendosi degli ingredienti raffinati e incorporandone altri più poveri come le acciughe e l’aglio comparirà nella cucina popolare.